WordPress VS Joomla! (il sorpasso)

Condividi se ti piace!

Quanto ha influito la separazione fra le due versioni di Joomla! (3.x e 2.x) a cavallo fra il 2011 e il 2012 nell’evidente accelerazione, e successiva crescita esponenziale, che le ricerche della parola ‘wordpress’ mostrarono proprio nello stesso periodo, mentre quelle per la parola ‘joomla’ subivano parallelamente un crollo altrettanto evidente? Ho provato a porre questa domanda su Quora in lingua inglese e sull’edizione di Quora in italiano, restiamo in attesa delle eventuali risposte.

In ogni caso il fenomeno risulta particolarmente evidente osservando le statistiche di ricerca di Google Trends, che nello stesso tempo mettono in evidenza come, dopo un picco di ricerche nell’estate 2014 e una certa stabilità delle stesse per i tre anni successivi, ci sia stato sempre un minore interesse all’argomento WordPress in generale che trova probabilmente la sua origine in un’informazione più diffusa e capillare del CMS e ha spostato, quindi, le ricerche verso argomenti più specifici, come quello relativo per esempio all’hosting dedicato.

Il punto, nelle tendenze di ricerca su Google, in cui Joomla! cede il posto a WordPress, proprio in corrispondenza del ritardo negli aggiornamenti del primo e della sua separazione in due versioni differenti

Concludo con un video in cui potrete ascoltare un’opinione ‘informata’ e competente (quella del bravissimo Andrea Barghigiani) riguardo alle differenze fra Joomla! e WordPress e i motivi per cui scegliere quest’ultimo anziché il primo.

Alcuni contenuti e funzionalità non sono disponibili a causa delle impostazioni da te scelte per i cookie!

Ciò accade in quanto i contenuti e le funzionalità identificate come “Google Youtube” utilizzando cookie che hai scelto di mantenere disattivati. Per poter consultare questo contenuto o usare questa funzionalità ti preghiamo di abilitare nuovamente i cookie: clicca qui per accedere alle tue impostazioni personali per i cookie.

Condividi se ti piace!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.