Immagini capitolo 9

Figura 9.1 – Il pannello delle informazioni sul contenuto introdotto con il nuovo editor a blocchi Gutenberg; si noti la struttura gerarchica con i formati dei titoli e i conteggi di parole, titoli, paragrafi e blocchi.
Figura 9.2 – La visualizzazione di contenuti correlati ottenuta per mezzo del plugin Jetpack; si noti la possibilità di impostarla nella sezione Personalizza di WordPress.
Figura 9.3 – Un blocco con sommario ipertestuale inserito dalla raccolta di blocchi Advanced Gutenberg, ma disponibile anche in altre raccolte (wpgc.it/211).
Figura 9.4Ubersuggest è uno dei servizi online più popolari fra chi analizza le statistiche di ricerca delle parole e frasi chiave (wpgc.it/213).
Figura 9.5 – Il pannello di configurazione dello snippet con titolo e descrizione introdotto dal plugin Yoast SEO; si noti l’icona aggiunta a quelle di Gutenberg in alto a destra e il relativo pannello (wpgc.it/215).
Figura 9.6 – Le impostazioni per le sitemap nella scheda Funzionalità della schermata Generale nel plugin Yoast SEO; si noti il link visualizzato cliccando sul punto interrogativo sopra il pulsante di attivazione (wpgc.it/217).
Figura 9.7 – I campi per l’inserimento dei codici di verifica dei diversi motori nella schermata Strumenti per Webmaster della sezione Generale di Yoast SEO; si notino i link per accedere agli strumenti di ogni motore, fra cui Google Search Console (wpgc.it/218).
Figura 9.8 – Le informazioni associate a un’immagine nella Libreria media di WordPress; si noti il nome del file descrittivo. In basso, il link per la modifica dei dettagli aggiuntivi.
Figura 9.9 – La famigerata pagina di errore 404, la “Pagina non trovata”, così come appare sul blog di questo manuale (wpgc.it); si notino il messaggio e il campo per la ricerca suggerita come alternativa.
Figura 9.10 – Un esempio di segnalazione di errori 404 nella sezione Copertura del pannello di Google Search Console; si noti la voce corrispondente alla convalida.
Figura 9.11 – L’opzione di condivisione del plugin Jetpack attraverso lo strumento Publicize; si noti in basso il link per la configurazione degli account social da utilizzare (wpgc.it/224).
Figura 9.12 – Alcuni dei risultati ottenuti cercando “share buttons” nell’archivio ufficiale dei plugin; si notino gli alti numeri di installazioni attive e di recensioni (wpgc.it/226).
Figura 9.13 – Alcune impostazioni tipo dei plugin per l’aggiunta di pulsanti di condivisione social (in questo caso il plugin è AddToAny); si notino le impostazioni per le dimensioni e lo stile e quelle per il posizionamento, oltre al messaggio personalizzabile di invito a condividere (wpgc.it/226).
Figura 9.14 – L’opzione di Jetpack per consentire agli utenti di commentare usando i loro account social; si notino i link relativi alla privacy.
Figura 9.15 – Alcuni dei plugin associati a uno dei servizi di newsletter più popolari in assoluto, MailChimp, reperibili usando appunto il suo nome nella ricerca; si noti quello principale, con oltre un milione di installazioni attive (wpgc.it/228).
Figura 9.16 – I plugin più popolari che emergono dalla ricerca con la parola “newsletter”; si noti il grande numero di installazioni e voti.
Figura 9.17 – La home del sito ufficiale di LiveChat. Qui è possibile registrarsi per provare gratuitamente per 30 giorni questo servizio professionale incorporandolo nel proprio sito WordPress grazie al plugin ufficiale (wpgc.it/233).